Loading...
chilometrisospesi

Sospesi per chilometri nell’azzurro del Garda: ecco la pista che incanterà ciclisti e pedoni – Cronaca – Gazzetta di Mantova

Sospesi per chilometri nell’azzurro del Garda: ecco la pista che incanterà ciclisti e pedoni  – Cronaca – Gazzetta di Mantova

LIMONE SUL GARDA (Brescia). Un’opera unica e straordinaria, che permetterà di percorrere, sia in bicicletta che a piedi, un tratto a strapiombo sul lago di Garda, godendo di una vista mozzafiato sospesi tra lago e cielo. Parliamo del tratto di pista ciclopedonale a sbalzo sul lago che collega l’hotel Panorama di Limone sul Garda con il confine tra Lombardia e Trentino Alto Adige e che sarà inaugurato il 14 luglio a partire dalle 17 dal sindaco di Limone Franceschino Risatti, alla presenza dell’assessore al Turismo della Regione Lara Magoni, del prefetto di Brescia Annunziato Vardè, del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. E, anche se la conferma arriverà solo all’ultimo, potrebbe intervenire anche il vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno Matteo Salvini.

L’opera è stata realizzata dalla ditta trentina Geo Rock di Spiazzo Rendena (Trento) su progetto dello studio di Riva del Garda “Fontana, Lotti & Lorenzi”. Il nuovo percorso, lungo due chilometri e largo due metri e mezzo, sarà fruibile da tutti da domani. Si collega a un pezzo di ciclabile già esistente più stretto.


Si sono conclusi, così, i lavori iniziati il 26 settembre del 2016 grazie ai fondi di confine pari a sette milioni di euro e costati circa sette milioni e mezzo. Il Comune ha diramato una nota con le “istruzioni d’uso” per percorrere la pista: lasciare l’auto nei parcheggi pubblici di Limone (Caldogno e lungolago Marconi) e proseguire sul tratto vecchio della pista che dal centro del paese porta a Capo Reamol, dove inizia la ciclabile nuova.

Tra andata e ritorno, unendo il tracciato nuovo al vecchio, si percorreranno circa 12 chilometri. Il Comune ricorda che la ciclopedonale termina al confine con la provincia di Trento, dunque o si prosegue sulla statale Gardesana occidentale, per chi desidera raggiungere Riva del Garda, o si torna indietro.


L’accesso per i pedoni è da Capo Reamol. Chi va in bici è tenuto a non superare i dieci chilometri all’ora. Il varco a nord con il Trentino è stato autorizzato dall’Anas in attesa della realizzazione del tratto di competenza della Provincia di Trento. Varco realizzato per garantire la sicurezza di chi percorrerà la ciclopedonale, ma che servirà anche per accedere agli addetti alla successiva manutenzione della stessa. Da nord l’accesso è riservato esclusivamente ai pedoni.

Chi sosterà con la propria auto nel parcheggio multipiano di via lungolago Marconi, infine, potrà noleggiare bici elettriche da utilizzare esclusivamente per percorrere il tratto che sarà inaugurato oggi. Il prossimo 21 ottobre si correrà la dodicesima edizione della International Lake Garda Marathon (e Lake Garda Long Run).

La ciclopedonale è un tassello di una ciclovia che si vuole realizzare attorno al lago di Garda (comprendente le province di Brescia, Verona e Trento) in nome della mobilità sostenibile e per decongestionare il traffico presente sul Garda e nei dintorni in primavera e in estate.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *